Tigri a rischio estinzione. A causa dell’uomo

Tigri a rischio estinzione. A causa dell’uomo

Winter%20foto.jpeg
© Steve Winter/festival.sienawards.com

Steve Winter, fotogiornalista conservazionista di National Geographic, sarà ospite per la prima volta in Italia al Siena Awards Festival (23 ottobre – 5 dicembre) con la mostra fotografica “Big Cats” per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della conservazione della specie dei grandi felini.

Tra i felini viventi, la tigre è il più grande. Secondo il World Wildlife Fund (WWF), questo felino è costantemente minacciato dall’uomo. Le tigri infatti sono cacciate per sport, paura, superstizione o per difendere il bestiame domestico.

Dal 1940 al 1980 si sono già estinte tre sottospecie (tigre di Bali, di Java e del Caspio), mentre in India ne sono rimasti probabilmente solo 1.411 esemplari. Si ritiene che il 95% delle tigri selvatiche si sia estinto solo nell’ultimo secolo.

Secondo la Lega anti vivisezione (Lav) e l’ultimo report del WWF sul commercio illegale di tigri in Europa, al Mondo ci sono solo 12mila tigri, di cui 8mila in cattività e circa 3.900 in natura. L’Europa è protagonista del triste primato di tigri negli zoo, nei circhi e nelle abitazioni private. In Italia, la mancanza di dati a proposito rappresenta un grande problema perché facilita il traffico illegale, favorito soprattutto dal valore di una tigre morta, nove volte superiore a quello di un esemplare vivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.