Ameriguns: gli  americani e le armi I ritratti inquietanti e le storie dei proprietari di armi nelle immagini di Gabriele Galimberti, vincitore del WordPress 2021

Ameriguns: gli americani e le armi

I ritratti inquietanti e le storie dei proprietari di armi nelle immagini di Gabriele Galimberti, vincitore del WordPress 2021

“Scelgo le mie armi in assoluta libertà, non mi fido dei consigli delle aziende. Le compro spesso su Internet, esattamente come faccio per i miei vestiti” afferma l’ex attrice californiana Bree Michael Warner, oggi membro  National Rifle Association (NRA) e istruttrice di armi da fuoco, ritratta dal fotografo toscano nella nuova proprietà a Manhattan.

Nel mondo, di tutte le armi da fuoco possedute da privati cittadini per scopi non militari, la metà si trova negli Stati Uniti d’America. In numero superano la popolazione del paese: su 328 milioni di persone si contano 393 milioni di armi, di cui 130 sono in mano al 3% degli americani.
Secondo l’organizzazione statunitense Gun Violence Archive, le sparatorie di folla, così come le morti da arma da fuoco, sono in costante aumento rispetto agli anni precedenti. Dagli inizi di questo 2022, per i successivi 6 mesi sino al 16 Luglio 2022, l’istituto di ricerca ha già registrato 355 sparatorie di folla, e 24.155 di morti da armi da fuoco, di cui 188 bambini e 729 adolescenti. Numeri che purtroppo potrebbero superare il picco massimo di 45.222 morti nel 2020, anno in cui Center for Disease Control and Prevention (CDC) ha stimato 124 morti per arma da fuoco al giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.