L’Amazzonia che scompare  in 120mila foto Nella Giornata mondiale della biodiversità, il progetto Amazonia Camtrap documenta i vertebrati  minacciati da deforestazione e cambiamento climatico

L’Amazzonia che scompare in 120mila foto

Nella Giornata mondiale della biodiversità, il progetto Amazonia Camtrap documenta i vertebrati minacciati da deforestazione e cambiamento climatico

@ Wildlife Conservation Society

Un archivio di oltre 120mila fotografie di mammiferi, uccelli e rettili. È il progetto Amazonia Camtrap, che ha coinvolto un team di 122 istituti di ricerca e ha portato alla più vasta banca dati mai creata sulla fauna amazzonica.
Le immagini da fototrappola sono state raccolte nell’arco di un ventennio (2001-2020) in 143 siti distribuiti in otto diversi Paesi del Sudamerica.
Tra le 289 specie immortalate nel bel mezzo delle loro attività quotidiane ci sono anche quelle considerate vulnerabili dall’Unione mondiale per la conservazione della natura (IUCN, International Union for Conservation of Nature), come l’armadillo gigante, il formichiere gigante, il tapiro del Sudamerica, il pecari dalle labbra bianche.
La Wildlife Conservation Society, che ha contribuito allo studio con più di 50mila foto, ha riunito in un video le immagini più significative di queste e altre specie iconiche, dal puma al giaguaro, dal cane dalle orecchie corte all’orso andino, dall’aquila arpia al tucano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.