Edonismo energetico L’immagine di Dario Lanfranconi, architetto svizzero specializzato in fotografia e architectural visualisation, ironizza su l'iniquo accesso all’energia fra Paesi ricchi e poveri

Edonismo energetico

L’immagine di Dario Lanfranconi, architetto svizzero specializzato in fotografia e architectural visualisation, ironizza su l'iniquo accesso all’energia fra Paesi ricchi e poveri

SDG 7 – Clean Energy (©Dario Lanfranconi)

L’opera è parte di un lavoro commissionato dalla Direzione dello sviluppo e della cooperazione svizzera per rappresentare in una mostra fotografica i diciassette  obiettivi di sviluppo sostenibile in occasione della Conferenza annuale per la cooperazione del 2016.

Sulla base degli ultimi dati (2019), il Centro regionale di informazione delle Nazioni unite (United Nations Regional Information Centre, UNRIC) dichiara che una persona su cinque non ha accesso a moderni mezzi elettrici e 3 miliardi di persone dipendono da legno, carbone o concime animale per cucinare e scaldarsi.

Secondo The energy progress report nell’Africa subsahariana, dove più del 70% delle strutture sanitarie non attinge a elettricità affidabile, le persone senza accesso all’elettricità sono il 54% (pari a 570 milioni), a fronte di un tasso di accessibilità che varia dal 94% al 100% nel resto del Mondo.

Per raggiungere l’obiettivo di accessibilità universale entro il 2030 occorre accelerare fino a 0.9 punti percentuali ogni anno (senza contare le interruzioni e inversioni di tendenza dovute al Covid-19).

A fronte di 759 milioni di persone al Mondo ancora prive dell’accesso all’energia elettrica, l’International Energy Agency riporta che il consumo globale di energia elettrica pro capite aumenta dal 1990 (fa eccezione l’anno 2020).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.